#IScreamGelato: basic tricks and kiwi

Writing this post could turn into a bit of an adventure. Or a nightmare. I do not really know what’s happening but today it looks like I’ve been hacked! Most of the times my blog is down and I got a message my domain is for sale. Moreover I got a message someone re-activated a very old Fb account of mine, which obviously I thought was dead and gone. I changed passwords and I am chatting with bluehost to try to solve any issue but well…it seems harder than I thought! So I am saving this post every 5 lines.

Tomorrow is May. Which means sooner or later it is supposed to be hot. Right now it is mostly rainy, windy and novemberish even if today is actually a sunny (but not so warm) day. Whenever summer arrives all I wanna eat is ice cream and some years ago I bought myself a self-refrigerated ice cream machine and I use it every summer, even if I totally forgot all the recipes I loved the year before. So I started experimenting again a few weeks ago and got terrible terrible results. Making ice cream is not just as easy peasy as one would though. It may have looked good as soon as it was done but after sitting in the freezer overnight it turned out sandy and very greasy. Or it was soft and creamy but it was soooo sweet I wanted to lick a spoonful of anchovies afterward. So I asked for some tricks to a friend of mine who happen to be the owner of a wonderful ice cream shop in New York and he was very helpful but I suppose there are some differences between store and homemade ice cream when it comes to machines or temperature so I had to adjust a bit, and I found the perfect recipes on cookaround.com as they call for dextrose and carob seeds flour.

Yes, you will need 2 things: dextrose and carob seed flour. I found the first one on Amazon and the second one at the nearest organic store. Those will keep your ice cream creamy and not overly sweet. But you will still need sugar too ’cause dextrose only will produce a very creamy ice cream at first but it will be as hard as a rock after a night in the freezer.

My son is a real fruit lover but he goes in waves. First he was tangerines only, then kiwi, then strawberries and now we are in the blueberry period. So I had lot of kiwis sitting around and I decided to give them a try for a fresh ice cream flavor. It was good but I have to find a way to make it seedless and I really hate seeds.  I suppose it goes well with some scoops of lemon ice cream too, but we topped it with fresh strawberries and whipped cream (and a drizzle of Easter eggs melted chocolate). It was not too sweet and it stayed creamy for 4 days in the freezer so I am very happy with the result. I just increased the number of kiwis compared to the original recipe as I wanted a strong fruity flavor and I let the ice cream base sit in the fridge overnight.

Kiwi Ice Cream
Serves 6
Write a review
Print
Prep Time
15 min
Cook Time
30 min
Prep Time
15 min
Cook Time
30 min
Ingredients
  1. 6 kiwi
  2. 100 gr sugar
  3. 30 gr dextrose
  4. 100 ml water
  5. 100 ml double cream
  6. 1 teaspoon carob seeds flour
Instructions
  1. In a pan warm the water with sugar and dextrose until those are solved. No need to make it boil. Turn the heat off and let the syrup cool down. Peel and chop the fruit and blend it with the syrup, cream and carob seeds flour. Refrigerate overnight. Churn according to you machine.
Adapted from Cookaround.com
Adapted from Cookaround.com
La Signora Laura http://lasignoralaura.com/

It was a very fruity and fresh ice cream, perfect for summer days and also suitable for very young babies as it contains no eggs. I am not really sure about making it with kiwi juice, I suppose now that juicers are so in fashion you may wonder that but I think the pulp help the ice cream to stay creamy, as the juice only would be more watery. But I don’t know. Maybe adding more carob or trying with guar flour should do the trick and you will obtain a seedless ice cream. Let me know if you try!

 

Scrivere questo post potrebbe rivelarsi un’impresa. Stamattina mi sono svegliata in un incubo informatico! Volevo scrivere un post e sono venuta sul blog per scoprire che era tutto sparito e il dominio era in vendita, poi guardando l’email c’era una notifica che mi segnalava che stanotte alle 3 qualcuno aveva riattivato un account di Facebook che usavo anni fa e che credevo fosse morto e sepolto! Ora ho contattato l’assistenza clienti di bluehost (che fa ancora i capricci) e ho cambiato tutte le password e speriamo di aver risolto…Intanto sto salvando il post ogni 5 righe!

Comunque, domani sarà Maggio. Il che significa che prima o poi arriverà anche il caldo. Non so da voi ma qui sta facendo pioggia, vento e freddo…anche se oggi c’è il sole non posso dire sia caldo! E soprattutto ho già visto che non durerà. Quando arriva l’estate però tutto quello che mi va di mangiare è il gelato e così anni fa mi ero regalata la gelatiera auto-refrigerante, ingombrante ma molto più comoda di quella da mettere nel freezer apposta. Il piccolo problema è che ogni anno trovo delle buone ricette per il gelato, poi mi dimentico tutto ora che arriva l’estate successiva! Così quest’anno ho deciso di sperimentare e scrivermi tutto per bene. Fare il (buon) gelato può sembrare semplice ma non lo è…io ho avuto dei fallimenti completi! All’inizio sembrava tutto bene poi dopo una notte in freezer avevo un blocco di marmo, che una volta ammorbidito era granuloso e lasciava tutto uno strato di grasso in bocca. Oppure ho ottenuto un gelato che è rimasto morbido e cremoso ma era così dolce da farti venire voglia di leccare un barattolo di acciughe! Così ho chiesto consiglio ad un amico che ha una gelateria e mi ha indirizzata al destrosio e allo stabilizzante ma probabilmente le macchine e le temperature da negozio sono diverse da quelle casalinghe e ho dovuto fare qualche altra ricerca, finche su cookaround ho trovato le ricette perfette.

Sì, avrete bisogno di due cose per avere il gelato morbido, cremoso e non super dolce: il destrosio (su Amazon lo trovate facilmente) e la farina di semi di carrube (da Naturasì o sempre su Amazon). Ma utilizzerete comunque anche lo zucchero perché quando ho provato col solo destrosio m’è venuto un gelato durissimo, praticamente da buttare dopo una notte in freezer.

Dato che mio figlio mangia solo frutta, ma va a periodi (prima era solo mandarini, poi kiwi, poi fragole e ora siamo nel periodo mirtilli) avevo un sacco di kiwi in giro così ho deciso di provare con questo gusto. Buono, ma non mi piacciono molto i semini dentro. Credo si accompagni bene con un paio di palline di gelato al limone, ma noi per stavolta l’abbiamo ricoperto di fragole, panna montata e cioccolato avanzato dalle uova di Pasqua fuso.L’abbiamo finito in 4 giorni ed è sempre rimasto buono, morbido e cremoso quindi ricetta approvata! Rispetto a quella originale ho aggiunto un paio di kiwi perché volevo sapesse tanto di frutta (e anche perché senno andavano a male)

Gelato al kiwi
Serves 6
Write a review
Print
Prep Time
15 min
Cook Time
30 min
Prep Time
15 min
Cook Time
30 min
Ingredients
  1. 6 kiwi
  2. 100 gr di zucchero
  3. 30 gr di destrosio
  4. 100 ml d'acqua
  5. 100 ml di panna fresca
  6. 1 cucchiaino di farina di semi di carruba
Instructions
  1. In un pentolino scaldate l'acqua facendovi sciogliere dentro lo zucchero e il destrosio. Non serve che l'acqua bolla. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Pelate e tagliate i kiwi, poi frullateli con lo sciroppo di zucchero, la panna e la farina di semi di carruba. Lasciate riposare il composto una notte in frigo. Mantecate secondo le istruzioni della vostra gelatiera.
La Signora Laura http://lasignoralaura.com/
Un gelato molto fresco e fruttato, perfetto anche per i bambini più piccoli dato che non contiene uova. Ora che gli estrattori vanno tanto di moda probabilmente vi starete chiedendo se si può fare anche col succo di kiwi e la risposta è non lo so. Nel senso, credo che la polpa aiuti il gelato a rimanere cremoso, non vorrei che il succo e basta contenesse troppa acqua che poi congela. Ma probabilmente aumentando la farina di semi di carruba o provando con la farina di guar potrebbe venire bene comunque…e senza semi! Se provate fatemi sapere!

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *